Pratiche per la traslazione delle salme Italia-estero

Casse funebri

Con sede a Mortara, in provincia di Pavia, l’agenzia funebre Ferrara cura con professionalità e competenza il disbrigo delle pratiche per la traslazione delle salme da e per l’estero. Il trasferimento internazionale dei feretri è attualmente regolato dalla Convenzione di Berlino del 1937.

 

Norme per i trasporti funebri internazionali

 

Per gli stati aderenti a tale convenzione, la salma deve essere accompagnata da passaporto mortuario rilasciato dal prefetto (in caso di estradizione dal territorio nazionale) o dall’autorità competente (per l’introduzione in Italia). Per l'introduzione in Italia di salme provenienti da uno stato non aderente alla Convenzione di Berlino, l'interessato alla traslazione deve presentare al consolato italiano un’apposita domanda. L'autorità consolare trasmette le pratiche al prefetto della provincia dove la salma è diretta, che concederà l’autorizzazione. Il Ministero degli Affari Esteri invierà il nulla osta al prefetto della provincia di frontiera attraverso cui transiterà la salma. Per l'estradizione di salme dirette verso nazioni non aderenti alla convenzione, l'interessato dovrà presentare domanda al prefetto della provincia di cui fa parte il comune ove è avvenuto il decesso. Ricevuta la domanda, il prefetto concederà l'autorizzazione.

 

Casse funebri in zinco

 

Per la traslazione della salma da e per l’estero, la salma deve essere alloggiata all’interno di speciali casse in legno massiccio con rivestimento interno in zinco e speciale valvola per consentire la fuoriuscita dei gas di decomposizione del corpo.

Share by: